Link alla Homepage
Menu


La copertina del mese
GLI ARTICOLI
arte

NELLA CHIESA DEI CAPPUCCINI DI SAN CARLO

La Via Crucis di Benedetta

Dal 17 Giugno 2007 alle pareti della Chiesa dei Cappuccini a San Carlo ci sono quattordici nuove formelle della Via Crucis, opera di una giovane, bravissima artista borghigiana, Benedetta Manfriani, che ha nel sangue un sicuro istinto artistico ereditato dalla famiglia materna, quei Chini che hanno adornato con le loro creazioni chiese, tabernacoli e palazzi nel Mugello “ed oltre”.

C’è anche chi ha notato che il “robusto ramo” chiniano, in Benedetta risulta addolcito dal ramo gentile dei Manfriani…

Io spero che l’artista non si offenda se qui non parlo della sua opera descrivendone l’aspetto tecnico e l’abilità del lavoro: non sono all’altezza di dare giudizi competenti.

Desidero soltanto – e so che lei capirà – dirle cosa mi hanno suscitato dentro quelle formelle splendenti di rosso e di giallo che mi sono sembrate delle ferite aperte nel corpo della chiesa-edificio, così forti da richiamare in chi le guarda, le ferite e l’immensa sofferenza di Cristo.

Ho capito anche che l’angoscia simboleggiata da quei colori accesi veniva stemperata dalla composta dolcezza dei gesti dei personaggi che, intorno a Gesù, vivono quel momento così decisivo per l’umanità.

La nostra Salvezza -ci dice Benedetta- è passata (e passa ancora) attraverso il bacio di Giuda, il rinnegamento di Pietro, il menefreghismo di Pilato, il soccorso del Cireneo, il pianto delle donne di Gerusalemme, la speranza del buon ladrone, lo strazio della Madre…

Tutto ruota intorno a Lui, culmine e centro della storia.

Credo che anche la scelta fatta da Benedetta di privilegiare il legno anziché il freddo metallo, sia un invito a meditare sull’essenzialità del legno nella storia della Salvezza, dall’albero della Vita al patibolo della Croce, fonte della nuova vita promessa agli uomini.

Poi – come ha detto nella presentazione la giovane artista – ognuno di coloro che guarderanno la sua opera, saprà (come i nostri antenati che rafforzavano la loro fede guardando le figure che popolavano le cattedrali) trovare senso e grazia per meravigliarsi e per rendere lode a Dio.

 Nicoletta Martiri Lapi

 

 

© il filo, Idee e notizie dal Mugello, agosto 2007

Cerca in questo sito gli argomenti sul Mugello che ti interessano powered by FreeFind
Copyright © 2006 - Best viewed with explorer - webmaster Stefano Saporiti contatti: [email protected], Tel. 333 3703408