Link alla Homepage
Menu

La copertina di questo mese
La copertina di questo mese
GLI ARTICOLI
ARTE & FEDE

TRA RESTAURI, FURTI E VANDALISMI

Tabernacoli, fare e disfare

 I tabernacoli mugellani sono parte importante della storia religiosa del Mugello. Tanto che perfino un corposo volume fu pubblicato alcuni anni fa, a mo’ di catalogo di una presenza fortemente diffusa sul territorio. Così sui tabernacoli del Mugello oggi c’è maggiore attenzione e cura, e sono frequenti le notizie circa restauri, manutenzioni e inaugurazioni. Non mancano però neppure le brutte notizie, ovvero atti di vandalismo e furti che stanno depauperando questo patrimonio.

Vediamo dunque le luci ed ombre più recenti.

 

TABERNACOLI RICOSTRUITI

 

IL TABERNACOLO DI PANICAGLIA

Da qualche mese è stato restaurato –e benedetto dal parroco don Paolo Ferrentini- un tabernacolo posto quasi sulla strada statale Faentina, dopo l’abitato di Panicaglia, verso Ronta. Rovinato, alcuni anni indietro, da un incidente stradale, questa testimonianza d’inizio ‘900 restò abbandonata per molti anni fino a quando un gruppo di volenterosi decise di rialzare nuovamente questo vecchio tabernacolo, che fu costruito per una “grazia ricevuta”. Infatti nella piccola lapide recuperata in piccoli tasselli di marmo –alcuni sono andati persi- si legge con qualche difficoltà che il tabernacolo fu innalzato dalla famiglia di Carlo e Marianna Torelli di Luco di Mugello nel dicembre 1919, inneggiando all’Alma Regina, ai figli in guerra, implorando pace per l’Italia.

 

IL TABERNACOLO DI GREZZANO

A pochi metri dal cimitero comunale di Grezzano venne distrutto da un’errata manovra di un camion. Con certosina pazienza gli amici di Grezzano e di Luco lo hanno ricostruito, con gli stessi materiali, tale e quale era un tempo, aggiungendo un grazioso cancelletto in ferro battuto con la scritta “Ave Maria” che custodisce un piccolo bassorilievo in stile robbiano raffigurante la Madonna col bambino.

 

IL TABERNACOLO DI VIA DEL POZZINO

Molto antico, addossato alla proprietà della famiglia Mugnai, famiglia che ha condotto per moltissimi anni l’emporio detto di “Belisario” nel Corso, ora il tabernacolo è stato bene restaurato sia all’esterno che all’interno, dove custodisce un’immagine della “Madonna dei sette dolori”.

 

TABERNACOLI DEPREDATI E DANNEGGIATI

 

TABERNACOLO DI PIAZZA BATI A LUCO

Posto sul muro di cinta della villa Barchielli in piazza Bati a Luco di Mugello è scomparsa l’immagine che raffigurava la Madonna –L’Immacolata Concezione con la testa coronata di stelle-, della manifattura Ginori, fatta restaurare pochi anni fa da Andrea Papi, allora direttore della scuola di restauro Spinelli, e ripristinata e protetta da un piccolo cancello rifatto da Gabriele Landi e da lui stesso accudita.

Le ipotesi che si possono fare sono diverse, non ultima quella che nel cercare di staccarla dalla muratura si sia rotta di nuovo e quindi finita in discarica.

Ma potrebbe anche essere stata portata da qualche restauratore. In questo caso sarebbe facile riconoscerla e con un po’ di fortuna potrebbe essere recuperata.

 

TABERNACOLO DI POGGIO SAVELLI A SCARPERIA

Lungo la strada che da Luco porta a Scarperia, proprio davanti all’Autodromo e alla stradina che porta a villa Sozzifanti, sulla parete di una casa –anticamente la “Casa d’Enea”- c’è un tabernacolo dal quale è stata trafugata, scassinando il cancello in ferro, l’immagine sacra, una figura del Cristo in maiolica policroma con una formella che rappresenta l’Ultima Cena, opera uscita dalle fornaci San Lorenzo delle Ceramiche Chini. Pezzo unico, facilmente riconoscibile –e quindi non facile da collocare-, di valore, forse rubato su committenza.

 

 

 

 

TABERNACOLO DI VITERETE

Mani ignote hanno spaccato di recente l’immagine sacra, una Madonna con Bambino in ceramica, che caratterizzava il piccolo tabernacolo di fronte alla Villa di Viterete a Borgo San Lorenzo, meta abituale di Giuseppe Poggiali e dei suoi devoti omaggi floreali.

Un atto di gratuito vandalismo. Ora dell’immagine ci resta solo il reperto fotografico.

 

 

 

 

 

 

 

TESTI DI LUIGI TAGLIAFERRI E ALDO GIOVANNINI

 

 

 

© il filo, Idee e notizie dal Mugello, maggio 2006

Cerca in questo sito gli argomenti sul Mugello che ti interessano powered by FreeFind
Copyright © 2006 - Best viewed with explorer - webmaster Stefano Saporiti contatti: [email protected], Tel. 333 3703408