Link alla Homepage
Menu

La copertina di questo mese
La copertina di questo mese
Articoli Opere pubbliche
Caselli autostrada

F

E’ già la principale porta del Mugello. Ed è destinata a diventarlo ancora di più. Barberino, con il suo casello, è infatti l’ingresso primario alla vallata, grazie all’autostrada. Studi recenti legati alla realizzazione del grande centro commerciale, l’outlet del gruppo Fratini hanno consentito per la prima volta di “leggere” in profondità il fenomeno, ovvero non solo quanti veicoli entrano ed escono attraverso il casello autostradale di Barberino, ma anche il rapporto tra vetture e camion, e, ancora, quali sono i giorni e i periodi nei quali il Mugello riceve maggiori visite. Dati interessanti anche per leggere andamento e prospettive di un certo tipo di turismo.

Ma vediamo subito qualche numero significativo.

Nel 2000 il traffico complessivo (ingressi e uscite) al casello di Barberino ha superato i 3 milioni e 400 mila veicoli. Di questi, più di uno su quattro, sono camion e autotreni: la percentuale di traffico pesante è risultata del 26,5%, collocandosi di 7,3 punti percentuali al di sopra della media, e fra i valori più alti del tronco tosco-emiliano. Del resto Barberino registra una tendenza all’aumento del traffico fra le più alte in assoluto dello stesso tronco: l’incremento tra 1999 e 2000 è stato infatti del 5,4%, mentre un ulteriore 5,3% si è registrato anche nel primo semestre del 2001.

 

L’analisi poi dell’andamento del traffico al casello su base mensile e per giorno della settimana evidenzia come la crescita sia in buona parte determinata dalla mobilità di tipo turistico. In particolare, nei giorni festivi –da gennaio a giugno- si rileva un incremento dei transiti giornalieri del 178% (da 10 mila/giorno dei feriali fino ai 27 mila al giorno dei festivi): da aprile in poi è proprio nel giorno festivo, infatti, che vengono raggiunti i massimi valori di deflusso.

I mesi più “caldi”, quanto a traffico sono quelli fra maggio e ottobre, ma non agosto. Generalmente, in un mese, passano dalle porte del casello oltre 300 mila veicoli: gennaio è il mese più calmo, con circa 233 mila veicoli nel 2000,  maggio e ottobre sono stati, nello stesso anno, i più carichi di traffico, entrambi con oltre 320 mila ingressi e uscite. E a riprova dell’incremento, c’è da registrare il record assoluto di traffico nel giugno 2001, con 350.767 veicoli.

Un esame delle fasce orarie segnala i maggiori affollamenti, per i giorni festivi, nella fascia fra le 18 e le 19, con punte, nel mese di giugno, che raggiungono i 2500 veicoli/ora, e tra le 11 e le 13, quando la portata oraria raggiunge valori di circa 1500 veicoli. Nei feriali invece la punta oraria massima è tra le 7 e le 9, con punte di 900 veicoli/ora. Oltre tale orario i valori di flusso scendono fino a 600/700 veicoli/ora. Nel giorno di sabato infine l’andamento dei volumi di traffico è assai più disperso, con il valore massimo collocato in serata, tra le 17 e le 18, che, ne mese più frequentato, maggio, risulta di circa 1100 veicoli l’ora.

Ultimo dato interessante, la provenienza dei veicoli: i dati del primo semestre 2001 relativi alle provenienze dei veicoli in uscita a Barberino sottolineano la consistenza dei flussi di traffico provenienti dalla provincia di Firenze che complessivamente generano oltre la metà (55%)  del traffico. Il 9,5% dei veicoli arriva da Prato, da Bologna il 4,1%, da Pistoia il 3% e da Milano il 2,8%.

Cosa accadrà infine quando aprirà l’outlet? I promotori –Mac Arthur Glen e gruppo Fratini- parlano, sulla base di un primo Centro della moda già aperto a Serravalle Scrivia, di almeno 3 milioni di visitatori l’anno. E dunque si attendono anche forti incrementi nel traffico intorno al casello mugellano, che tra l’altro verrà spostato e notevolmente ampliato, con ben nove ingressi. Ebbene, nei giorni feriali si prevede un incremento di traffico dagli attuali 10 mila veicoli ad oltre 14500; il sabato si potrebbe passare dagli attuali 14 mila veicoli giornalieri a 22500, con punte di quasi 2500 veicoli ogni ora tra le ore 17 e le 19. E nei giorni festivi dagli attuali 19 mila veicoli registrati in una domenica del giugno 2001 si potrebbe passare fino a 33400 veicoli, con punte massime anche superiori ai 4000 veicoli l’ora, tra le 17 e le 20.

Per questo sono stati previsti nuovi svincoli, una rotatoria e nuove strade; anche se è probabile che qualche coda non mancherà. Lo riconoscono gli stessi autori degli studi che rilevano come la viabilità prevista “è sufficiente a smaltire i volumi di traffico previsti sia durante i giorni feriali che nei prefestivi, risultando insufficiente nei giorni festivi durante alcuni periodi dell’anno”, soprattutto per i mesi estivi.

© il filo, Idee e notizie dal Mugello, novembre 2001 >
Cerca in questo sito gli argomenti sul Mugello che ti interessano powered by FreeFind
Copyright © 2006 - Best viewed with explorer - webmaster Stefano Saporiti contatti: [email protected], Tel. 333 3703408